20 novembre 2017

Ce stanno a massacrà!!!!

Continua la privatizzazione massiccia dei servizi pubblici, Secondo la riforma Madia delle 4700 aziende con Partecipazione pubblica oltre 1.500 saranno quelle che dovranno essere cedute ai privati.
Un dubbio introito per le casse dei comuni, Un grande regalo per i privati, U'altra mazzata per l'erogazione dei servizi pubblici e per i cittadini.
Privatizzare i servizi pubblici , in tutti questi anni ha significato nell'immediato licenziamenti, e aumento delle tariffe. E dubbi aumenti di efficienza e qualità dei servizi offerti..

In realtà al meglio che possa andare, le spese dei comuni a fronte dei servizi forniti, passerebbero dalle casse del comune direttamente alle tasche dei cittadini. E parliamo solo dal punto di vista strettamente economico

Vi è uno studio della Voce.info che riunisce economisti e studiosi ( dove era presente anche l'attuale presidente dell'INPS, Boeri) e tutti di provenienza dalla Bocconi, le privatizzazioni dei servizi pubblici dal 2012 fino al 2016 non hanno portato nessuno dei vantaggi dichiarati in partenza. E persino i supposti vantaggi economici per i comuni, detentori delle quote di queste società si sono ridotte alla fine in pochi spiccioli!!!!! E stiamo parlando del sacro Graal della privatizzazione!!!!

19 novembre 2017

moduli di baracche per i senza casa a Roma

Il prossimo 1 dicembre la sindaca Raggi presenterà il suo piano per città dell'esclusione.
La costruzione della città affidata al Dipartimento delle Politiche sociali, immagina moduli di baracche e container disseminati in aree sempre più marginali, ghetti per i poveri, costruzioni delle quali non è possibile neppure definire la tipologia.
Si definiscono temporanee. Verranno "accolte" le migliaia di famiglie che ora hanno trovato rifugio in case abbandonate ed occupate.
Mentre rimarranno sfitte le 240 mila abitazioni in mano alle finanziarie o banche sfitte e abbandonate!

Si prevede che la riproposizione delle bidonville delle capitali del terzo mondo cosi come si vede nei film o le periferie romane negli anni del sacco di Roma

siamo ultimi in UE, ma la colpa è delle vittime

Eurostat, 66% dei 18/34enni a casa con genitori. Secondi in Ue
Se si guarda alla fascia 25-34 anni, ovvero quella nella quale si dovrebbe cercare lavoro e uscire da casa dopo aver terminato gli studi, in Italia la percentuale è al 49,1%, quella Ue 28,6%

Tra coloro che hanno tra i 25 e i 34 anni in Europa la vita in famiglia è nella stragrande maggioranza dei casi solo un ricordo. In Danimarca vive con i genitori solo il 3,8% della fascia considerata, un dato in linea con la Finlandia (4,3%) e inferiore alla Svezia (6%) ma comunque anche in Francia i giovani che vivono nella famiglia di origine sono una piccola minoranza il 13,4%,

Ma per la classe dirigente del nostro paese la colpa è degli stessi giovani che passano per essere o dei bamboccioni, o degli choosy

Cortine fumogene

Sui fatti del liceo Virgilio sono stati pubblicati tutti i pareri di tutti. Dal ministro alla dirigente scolastica, opinionisti e tuttologhi. MA nessuno a sentito il parere dei ragazzi.
Tutti si scandalizzano , e il caso è diventato nazionale. Sotto silenzio invece lo stato delle scuole italiane, dello stato del corpo docente e degli operatori ATA.
Tutto questo è sono solo sciocchezze o è colpa della crisi.
Il problema è l'occupazione della scuola e quello che dicono che sia successo, Persino bombe carta nel cortile ! Filmini probabilmente in fotomontaggio , spaccio, come se fuori della scuola in giorni normali non vi è spaccio di spinelli. Di fronte all'indifferenza di tutti

Tutto una campagna mediatica per criminalizzare le occupazioni , ma sopratutto per non parlare che quella occupazione è stata fatta per protestare per il crollo di un tetto e dello stato di abbandono degli edifici scolastici. Nessuno parla che il 70% degli edifici e fuori norma antiinfortunistici e di stabilità sismica

O sei d'accordo con me o sei un traditore


La Cgil contro il PD. Per Gentiloni la Camusso fa il gioco di Mdp


A Gentiloni, come d'altronde anche per renzi non può esistere che le sue misure non servono a nulla, che siano solo manovre elettoralistiche , che non aggiunge nulla di concreto per sollevare le rapine perpetuate ai pensionati. Le sue misure coprono solo il 2,8%dei lavoratori rapinati dalla Fornero!!! E solo per l'allungamento dell'età pensionabile , facendoli pagare i contributi a fondo perduto. Una vera e propria rapina sul salario differito!!!!
Perché nessuno dice che tutti i contributi ( oltre il 33% del salario) oltre i 40 anni , è una ulteriore tassa mascherata!!!


E questo non toglie nulla al fatto, anche questo concreto, che la Camusso stia facendo il gioco di Bersani e di MDP , e spiega anche come mai la stessa si è risvegliata solo adesso dal lungo sonno di questi anni.
Ma questo è un altro film!!!

Che senso ha?


Continuano le espulsioni per supposte vicinanze con l'ISIS di tre nordafricani Si badi non azioni, ma solo supposizioni e ipotesi da parte degli inquirenti.

Io potrei capire , se fossero vere queste supposizioni, e questi fossero in realtà dei potenziali terroristi dormienti, l'arresto , o porre in essere azioni, in modo da renderli inoffensivi. E potrei capire anche di tenerli sotto controllo, spiarne i movimenti, i contatti, in modo tale da saperne di più e magari prendere i pesci grossi, gli operativi. E fermare le loro azioni o quelli dei loro complici

Ma espellerli ,e lasciarli in libertà per continuare la loro opera, proprio non lo capisco.
O meglio non capisco la logica che si dice che si vuole perseguire espellendo questi cittadini stranieri Tutti con regolare permesso di soggiorno!!!!!
Mi sembra la stessa logica, di "meglio a casa di altri che a casa nostra" ammesso che siano realmente colpevoli
O è solo spot pubblicitario per dimostrare la mano ferma. Ed andare in TV e sciorinare i dati del numero degli espulsi come azione efficace contro il terrorismo

18 novembre 2017

Alla canna col gas

Domenica scorsa, in piena notte, il paese di Melendugno (LE) è stato messo in stato d’assedio per imporre manu militari la ripresa dei lavori del gasdotto TAP.
Un’ordinanza prefettizia ha consegnato per un mese intero l’abitato e le campagne all’arbitrio di un nutrito schieramento di polizia e carabinieri.

Circondata la zona di San Basilio, sede del cantiere della Trans Adriatic Pipeline, sequestrati per 12 ore gli attivisti del presidio di protesta, ostruiti con alte cancellate gli accessi alle campagne circostanti, mentre le camionette sbarravano il transito verso la marina di San Foca, isolata dal resto del paese.
Impossibile raggiungere il cimitero nel mese dei morti, e gli uliveti carichi di frutti nel momento del raccolto. Posti di blocco ovunque fermavano chi andava al lavoro, i mezzi della nettezza urbana, e perfino lo scuolabus.
Non poteva passare nessuno, tranne i veicoli della multinazionale.

Tutti i partiti presenti in Parlamento si sono mostrati d'accordo con il progetto


Gli impianti realizzati da privati sono coperti da una assicurazione per mancati guadagni coperte dalle bollette

L'impianto di il rigassificatore Olt di Livorno realizzato da privati, ma rimasto di fatto inutilizzato,  è stato soccorso da una sorta di assicurazione, finanziata dalle bollette, che copre gran parte dei mancati incassi in caso di inattività: nel 2015 ci è costato 83 milioni di euro.

Per il piacere delle banche!



Oggi presso una ASL decine di persone sono rimaste sconcertate!!!

Non potevano fare gli esami, perché privi di Bancomat/Carta di credito.
Di solito succede il contrario. "Ci dispiace per il disagio , ma il POS non funziona" E uno lo può anche capire, Un guasto tecnico e ci sta.
Invece il cartello dice " Per forza maggiore si accettano pagamenti solo con Bancomat e CdC"

Forse quel dirigente sanitario ha interpretato male la norma, che obbliga i commercianti ( forse che si ritiene un commerciante?) ad avere il POS , non ad obbligare il pagamento esclusivamente con esso!!!!
Ad ogni operazione la banca si prende la sua provvigione! Forse sarà questo il motivo? 

Molti sono stati costretti ad andare via. Sopratutto anziani e giovani mamme senza conto in banca!!!!
Ho anche assistito ad un signore che ha prestato il suo Bancomat ad una giovane in evidente stato interessante e privo di carta elettronica!

16 novembre 2017

VI è un prima e un dopo. Ma la conseguenza è sempre da tragedia umana

Emergenza profughi in Italia.
Vi è un prima e un dopo
Prima della legge Minniti vi era una emergenza dei profughi vivi che arrivavano in Italia.
Dopo la legge Minniti ispirata da Salvini /Di Maio vi è una emergenza dei morti,
I cimiteri sono pieni E non si da dove seppellirli questi corpi
"Prima gli italiani"  è la ricetta Salvini
Vi è l'ipotesi di bruciarli e cremarli!!!
Salvini Alfano Di Maio propongono seppelliamoli a casa loro!!!!

Intanto continua l'asta dei profughi nei lager libici.
Per Alfano non è una nostra responsabilità cosa fanno i libici di quei corpi!
Uomini giovani venduti all'asta come schiavi lavoratori per l'estrazione di minerali da esportare in occidente , I bambini come insieme di organi per l'espianto, le bambine per i postriboli dei pedofili occidentali.
La carne umana come risorsa del territorio

La merce umana è in sovra abbondanza
Avanti c'è posto!

15 novembre 2017

Più la mandi su e più risale su

In Italia la produttività intesa nel suo complesso, come misura della crescita del valore aggiunto dovuta al progresso tecnico e ai miglioramenti nella conoscenza e nell'efficienza, è diminuita dello 0,4 nel 2016 scesa in un anno dell'1%.
"Tassi di crescita della produttività in linea con la media europea sono stati registrati dalla Germania (1,5%), dalla Francia (1,4%) e dal Regno Unito (1,5%).
La conferma di quanto riportavo , in altro post, come spiegazione perchè la UE riportava la discesa del PIL allo 0,9 nel 2019 .
La ripresa che Gentiloni sbandiera ai quatto venti è appunto solo una brezza dovuta alla precarietà del lavoro, con la conseguenza dell'abbassamento del costo del lavoro ( fra i più bassi in Europa, persino degli ex paesi dell'Est) e al traino della crescita degli altri paesi UE ( il PIL cresce del 2,5%)
Ma di tutto questo occorre ricercarlo fra le notizie, perché i mass media non ve lo diranno mai!!!! E nemmeno le forze partitiche cosi dette di opposizione!!!!

Fiume rosso e fumo nero!

Fiume rosso a Taranto, “Ci ricorda le tombe dei nostri morti questo mare rosso”. A parlare sono i Genitori tarantini. È piovuto per ore a Taranto. E nella zona industriale, al quartiere Tamburi, si è creato un fiume rosso, dato dalla mescolanza della pioggia con le polveri di ferro accumulate lungo le strade
Violente le reazioni dell'amministrazione
"Stigmatizziamo il modo di fare dell’Ilva che non ci ha informato. Abbiamo dovuto apprendere da Facebook l’accaduto. I dirigenti ILVA tremano per le ripercussioni della dichiarazione della amministrazione.
Ieri invece l’Eni la raffineria a pochi metri dall'ILVA va in blocco. Fumo nero sulla città.
Cosa si può dire di fronte a tanto martirio per una città e per i suoi cittadini e di fronte all'indifferenza non dico della politica ma di coloro che si dicono il nuovo che emerge????? 







14 novembre 2017

La coerenza si paga Anche a diciott'anni!

Ricordo che Vettorel un ragazzo di diciotto anni è in fermo in Germania da quattro mesi.
L’accusa principale è un generico disturbo alla quiete pubblica.
Vogliono che ammetta la responsabilità e l'ammissione di colpa.
Vettorel si è trovato negli scontri in occasione del G20 ad Amburgo , fra il lancio di pietre e il lancio di fumogeni, La sua compagna di viaggio è colpita , cade per terra , lui si avvicina per soccorrerla, Vengono entrambi fermati e portati in carcere. E li è rimasto da quattro mesi.
La sua amica che lui aveva soccorso si è di fatto dissociata e ha ottenuto la scarcerazione in attesa di processo. Ma Vettorel no. E' fermo nella sua decisione e nel fermo principio che poiché non ha fatto nulla non può dissociarsi del nulla!

𝑰 𝑴𝒖𝒔𝒆𝒊 𝒄𝒐𝒎𝒆 𝒍a 𝒇𝒂𝒓𝒇𝒂𝒍𝒍𝒊𝒏a 𝒅𝒊 𝑩𝒆𝒍𝒆𝒏!


L'Italia dei record. I massimi incassi delle presenza nei musei italiani.
Così il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo diventa il ministero del Turismo. Che forse non ci sia qualche contraddizione?
Che i beni culturali favoriscono il Turismo è un bene , da un certo punto di vista, Ma che i Beni culturali siano al servizio dell'industria del turismo è altro!
Un Museo non è un’attività commerciale e neppure una sala da ballo, oppure passerella per sfilate di moda. Può attrarre, ma come conseguenza, non come priorità!
Il Ministero ha suddiviso l’Italia dei Beni culturali. Da una parte una sparuta élite, insomma i siti da record che sono nella top ten degli ingressi e degli incassi. Dall’altra tutti gli altri, quelli che sopravvivono, nell’emergenza.
Lo dimostrano quegli stessi numeri che orgogliosamente Franceschini presenta.