22 febbraio 2018

Crescita. Crescita per chi?

l fatturato delle industrie italiane ai massimi dall'inizio della crisi Il fatturato delle industrie italiane ai massimi dall'inizio della crisi
Nel 2017 il valore del fatturato è salito del 5,1%, migliore performance dal 2011. L'indice destagionalizzato si è così portato al livello più alto dall'ottobre del 2008. Ordini saliti del 6,6%. Confindustria: "Nel primo trimestre 2018 dinamica del Pil superiore alle attese"

I salari sono cresciuti solo dello 0,6%. L’aumento dei salari censito da Istat è il secondo più basso mai registrato in almeno 35 anni piegando che mentre i prezzi sono aumentati dell’1,2% nel corso dell’anno, i salari dello 0,6%

Quando si parla di crescita ci si deve sempre domandare....Crescita per chI? Chi ci guadagna e chi ci perde?

Questa si chiama giustizia sociale e lotta di classe

solo i gonzi ci hanno creduto

Ci avevano detto che con il Job Act ci sarebbero stati più assunzioni a tempo indeterminato e che questo era uno strumento per combattere il precariato. Fior di "economisti" avvallavano questa enunciazione a partire da Ichino, da Cazzola etc etc.
Ora che fosse una "sola" l'ennesima lo si sapeva , ma dati alla mano si ha oggi a tre anni di distanza anche la conferma.
L'ISTAT presenta una rendicontazione dei contratti nel 2017 e ci dice che:
il saldo tra i flussi di assunzioni e cessazioni registrati nel 2017 pari a +488.000, superiore a quello corrispondente del 2016 (+326.000) e inferiore a quello del 2015 (+613.000).


Di cui -117.000 per i contratti a tempo indeterminato, a +58.000 per i contratti di apprendistato, a +10.000 per i contratti stagionali e, soprattutto, a +537.000 per i contratti a tempo determinato.


E si rileva anche , dato anche questo che si sapeva già, che i contratti a tempi indeterminato ( a tutele crescenti ) sono passati al 23,2% nei dodici mesi del 2017 contro il 42% del 2015. A conferma che i contratti nel 2015 anno del Job Act erano fasulli effettuati solo per ricevere gli sgravi contributivi e 8000 mila euro per tre anni! Terminate i sussidi quei contratti si sono conclusi. !!!!


E i gonzi che ci hanno creduto!!!!!!

Più inutile di cosi c'è solo la noia!!!!

Prima di un assalto , durante una guerra, si è solito bombardare con l'artiglieria le posizioni avversarie , per sfiancare la resistenza.
E' quello che la UE per bocca del suo presidente della Commissione sta continuando a fare da qualche settimana.
Oggi ha riaperto il fuoco si sbarramento e riferendosi alle elezioni ha detto "Prepariamoci allo scenario peggiore Potrebbe esserci un governo non operativo»
Che ha tutte le caratteristiche di un messaggio di tipo camorristico/mafioso.
I partiti sono avvisati . Non a caso i luogotenenti dei due schieramenti mandano messaggi di possibile intesa, mentre i due leader fingono di tenere la linea dura per rincuorare il loro bacino di utenza.

Intanto Di Maio, sempre più sensibile ai messaggi della UE, fa il diavolo a quattro per convincere i suoi che se alleanze dovessere esserci, non sarebbero inciuci , ma solo che gli altri hanno accetterebbero uomini di governo e programmi del M5S. Si... e l'asino vola!!!!

Queste elezioni solo le peggiori da almeno quarant'anni a questa parte , Prima ancora di votare si sa già chi e come si governerà. Effetto della governabilità?
Un voto più inutile di questo non si era mai visto!!!!

Malattia di crescita o sintomi di sfaldamento?

Non c'è pace per il grillismo nella capitale.
Dopo Garbatella anche Montesacro sfiducia la minisindaca (fedayn della Lombardi) . Uno dopo l'altro cadono le giunte pentastellate nei Municipi.
Sintomo di uno sfaldamento delle truppei colonelli grillini?. Come una emorragia uno dopo l'altro i consiglieri lasciano il gruppo e vanno ramengo. Chi nel gruppo misto, chi in Fratelli d'Italia, chi nel PD a dimostrazione di quanto variegata e mista sia la base e i graduati di questo movimento.
E sono appena passati due anni. Il malessereserpeggia
Anni di immobilismo amministrativo, anni di battaglie fra bande interne, anni di condanne e di imposizioni di una linea ideologica calata dall'alto .

E' da prenderlo come un segno di sfacelo o solo una indicazione e sintomo di sfilacciamento per una crescita?

E' scoppiata la nuova guerra mondiale! Ma in silenzio però!

I mass media italiani sono sempre stati avari di notizie e commenti sulla politica internazionale, ma il silenzio della guerra che si combatte in Siria è a dir poco da criminali. Al di là della segnalazione in occasione di qualche bombardamento con relativi morti fra i civili, gli italiani che si informano attraverso di essi nulla sanno dove si trova la Siria e perché si combatte quella che da tutti i commentatori stranieri è ormai una piccola nuova guerra mondiale.
Su quei territori tutti i governi sono coinvolti. Dalla Russia , agli americani, europei dalla Francia alla Gran Bretagna, poi turchi, kurdi, siriani, Iraniani , iracheni, israeliani.
Li si sperimentano le nuove armi sofisticate i nuovi droni intelligenti, i nuovi missili e le nuove bombe tattiche atomiche. La corsa ai nuovi armamenti ha li la fase di sperimentazione.
Una guerra che al momento non vede ne vinti ne vincitori , ma che quando finirà, quella parte del mondo e i rapporti di forza fra le potenze mondiali saranno modificati stabilendo nuovi equilibri geopolitici. E non solo in quella parte del modo!

Unire i diversi o mettere insieme degli uguali?

L'istituto Cattaneo ha certificato quello che chi aveva orecchie per sentire sapeva già!
Solo il 25 per cento dei programmi dei partiti in lizza contiene "proposte politiche specifiche e verificabili, la cui concreta implementazione è controllabile una volta terminata la fase "parolaia" e incomincia quella del "fare" da parte degli elettori"
E tutti gli schieramenti o singoli partiti hanno talmente tanti punti in comune dall'arrivare alla conclusione che i programmi sono solo fotocopie e che al di là di piccole sfumature, piccoli accenti più o men accentuati,in realtà dicono tutti le stesse frasi fatte, ma che in realtà non dicono niente di concreto.
Prendiamo per esempio un dato che in apparenza sembra il più concreto. La riduzione del debito/PIL . Mentre alcuni accennano il problema altri scendono nello specifico.

Da questa analisi e dalle proiezioni demoscopiche che indicano l'assenza di una maggioranza certa si arriva alla conclusione che l'unica soluzione per un governo è una grande coalizione vede tutti gli schieramenti ( escluso il M5S messosi in disparte autonomamente, salvo qualche ripensamento tardivo) uniti in un "grande sforzo per il bene della Nazione o Paese che sia , di Unità Nazionale"

E che visti i programmi e le promesse elettorali non sarebbe un unire i diversi, ma solo mettere insieme degli uguali

21 febbraio 2018

E i fessi pagano!

Nessun testo alternativo automatico disponibile.




Energia elettrica. La beffa della bolletta: si pagherà anche per i morosi( bollette inevase, circa 200 milioni di euro)

E' la solita repubblica delle banane o dei furbetti. Chi è moroso va a carico di chi non lo è. E' come con gli evasori fiscali, C'è chi paga fino all'ultimo centesimo anche per chi evade!

E' la nuova concezione della solidarietà umana ed è frutto e affonda le radici nella liberalizzazione del settore, diventata operativa nel 2007,ed è tutto legale attraverso norme e leggini ad hoc approvate in Parlamento nell'indifferenza di tutti!
Qualcuno dei politici ha fatto opposizione?
Qualcuno dei politici ha protestato sia concretamente.... ma nemmeno recitando la parte dell'oppositore.... a parole!!!!
Le lobby ringraziano !
Ne avete sentito parlare in questa campagna elettorale?

20 febbraio 2018

E' solo uno spettacolo di burlesque

Se si ascolta l'arringa difensiva del De Luca padre per suo figlio dimessosi dall'assessorato e lo si confronta con le intervista con la Raggi per esempio, o con Di Maio sul tema della buona amministrazione non troverete nessuna differenza sul piano del messaggio che si vuole mandare. Al di la della forma, linguaggio forbite e con terminologie appropriate, più sconnesso, sgangherato quello degli altri.
Il messaggio si base su due o tre concetti, perfettamente identici nella sostanza
L'accusa rivolta verso i propri amministratori compagni di partito( e famigliare nel primo caso) è solo frutto di operazioni camoristiche , mafiose . Messe in piedi da giornalisti compiacenti, feccia dell'umanità e della professione.
Lo scopo è quello di discreditare e di rivalsa contro una amministratore(trice) che sta portando avanti una operazione di pulizia e di trasparenza di Onestà contro il malaffare e l'affarismo degli anni precedenti.

Logica dovrebbe portare a concludere, visto il comune nemico e visto le identiche battaglie condotte, che le due amministrazioni dovrebbero essere alleati nella lotta alla corruzione e non avversari che si combattono con riferimenti avvelenati e pungenti.
Gli uni plaudono alle accuse di cui è oggetto il De Luca e gli altri il contrario.

Allora vuol dire che c'è qualcosa che sfugge ai più!!!
E se quei meriti che ognuno di questi amministratori si attribuiscono in realtà sono solo bandierine da appiccicarsi per la conquista dei cortili elettorali altrui??

Come la giri o la rigiri è solo uno spettacolo farsesco di burlesque

Siamo in balia delle onde!!!!!

Volete sapere quanto siamo vulnerabili e senza alcuna difesa?
Attenzione quando navigate , LA trappola si nasconde anche per gli internauti più accorti.
Improvvisamente vi troverete abbonati ad un servizio telefonico sul vostro cellulare dal costo di 5 e spiccioli euro che si rinnova tacitamente.
Nel mio caso il servizio era di Palmago. Azienda nota per queste truffe informatiche/telefoniche , ma che nessuno delle autorità preposte provvede d'ufficio a far sospendere e bloccare. SOS utenti consumatori (https://sosutenticonsumatori.it/palmago-abbonamento-non-richiesto/ )
ne è ampliamente a conoscenza e migliaia sono stati gli utenti che sono incappati in questa truffa!
Ho provveduto a disdire il servizio, ma in ogni caso l'addebito era già stato effettuato.
Per avere il rimborso , non vi racconto le peripezie ancora in corso......

Siamo come dei relitti in un mare in tempesta!!!!!!

19 febbraio 2018

Alla fiera dell'Est!

Elezioni 2018, la giravolta di Salvini: sì a Tajani o Draghi premier

Questa campagna elettorale è rivelatrice della vera natura di questi "leader" . Le giravolte, "lo dico oggi per potermi dire il contrario domani " è trasversale , e coinvolge tutti.

Grasso ," disposti a governo col PD." Questo lo si sapeva fin dall'inizio e allora perché un congresso con la parola d'ordine , "mai più con Renzi"

Delle giravolte , poi del M5S , sono il capolavoro. Dal " mai alleanze con gli altri partiti, alle dichiarazioni di Di Maio
" disposti a fare un governo con chiunque" Dal referendum sull'Euro e sull'uscita dalla UE, alla UE è una risorsa per l'Italia e l'Euro ha dato stabilità ai mercati. " mai faremo una patrimoniale, e noi siamo vicino agli imprenditori"

Quando al mercato mio padre andò...........Alla fiera dell'Est
Sono fruttaroli che svendono la loro merce marcia dipingendola come fresca e buona.
"Pesche..... appena pescate!!!!!




L'Iva aumenta , ma siamo noi a pagarla!!!!

Dicono che l'opposizione, è vero non ha potuto far niente per approvare le sue leggi, ne opporsi a quello della maggioranza.
E quindi la loro utilità sta nel vigilare sulle nefandezze che fa il Governo.
Eppure io sono attento e seguo con occhio vigile tutto quello che avviene nel Parlamento , Almeno quello che mass media e opposizione lascia trapelare.

Ma questa mi era proprio sfuggita e non appare su nessun blog , ne su nessun dei mass media.
Nella legge di bilancio 2018 è passato la modifica che prevede
l’aliquota IVA al 10% salirà
di 1.5 punti percentuali dal 1° gennaio 2019
di ulteriori 1.5 punti percentuali dal 1° gennaio 2020
l’aliquota IVA al 22% aumenterà
di 2.2 punti dal 1° gennaio 2019,
di ulteriori 0.7 punti percentuali dal 1°gennaio 2020
di 0.1 punti percentuali dal 1°gennaio 2021.

Si dirà Sai che novità è dal 2015 che emettono provvedimenti di rincari di ulteriori tasse per evitare l'aumento dell'IVA . Capirai. Anche stavolta hanno fatto slittare l'aumento.
E no! Questa volta no !
Perché sulla Gazzetta Ufficiale 242 del 26.10.2017 il decreto contiene una sterilizzazione parzialmente prevedendo che dal 1° gennaio 2018 l’aliquota IVA al 10% passi a:
11,14 % per il 2018

Ossia tutti i prodotti e i generi classificati di prima necessità ( alimenti, energia per uso domestico, Carne: bovina, suina, caprina, ovina, equina, ed altro, cioccolato, e cosi via)

Sapete cosa significa questo? Che tutto aumenterà, ma solo per i consumatori, Perché l'IVA la paghiamo solo noi!!!!!!

18 febbraio 2018

E se il mercato andasse deserto?

Venghino venghino signori, Io offro la migliore mercanzia che ci sia!!!!
Fra il mercato rionale e questa campagna elettorale non c'è nessuna differenza.
La mercanzia è la stessa su qualunque banchetto vai, da qualsiasi mercante vai. La comprano tutti dallo stesso fornitore. E proviene tutta dalla stessa fonte.
C'è chi la mette sotto un tendono rosso, che ci mette le lampade colorate, chi la lucida e la bagna con acqua fresca, in modo da apparire lucente e fresca. Appena colta, direttamente dalla campagna !!! Urlano i fruttaroli.
Pesche appena pescate
Urla un altro!
C'è chi ci casca,. Sa mi dice una signora. Io vado da Antonio ha la frutta migliore che ci sia. No, signora mia io vado da Francè , lui si che ha frutta migliore.
Ma se a qualcuno la frutta presente sui banchi non la convince che deve fà?
Si deve fidare dei mercanti ( che fanno i loro interessi) o delle signore che raccomandano o l'uno o l'altro e sono loro clienti.? Oppure , diffidente , memore delle fregature prese in passato, lasciatosi convincere da questo o da quella, preferisce saltare il pasto?

Si non cambierò nulla, le fregature sempre le prenderanno, ma almeno potrò dire..."Avete visto? Anche questa volta siete rimaste fregate!!!!! Ma almeno non mi avete fregato!!! Questa volta!

Il cerchio si chiude!



Prodi ( padre onorario di questa Europa, e della più grande operazione di privatizzazione e svendita del patrimonio industriale , che nella storia no ha degli uguali, beatifica Gentiloni e da la sua benedizione al figlio prediletto. Ne lode le capacità per il lavoro che il presidente del Consiglio in carica sta facendo «in un momento difficile», nel quale dimostrare che l’Italia è «un Paese sereno, che ha idee chiare, riconosce propri limiti e meriti in ambito europeo e ricostruire il ruolo che dobbiamo avere in Europa». Minniti ne è la dimostrazione lampante.
Il cerchio si chiude